puff.svg

Roberto Pruzzo

Tantissimi auguri al mitico Roberto Pruzzo (Crocefieschi, 1º aprile 1955) Cresciuto nelle giovanili del Genoa CFC fece il suo esordio in Serie A il 2 dicembre 1973 nella partita contro...

Tantissimi auguri al mitico Roberto Pruzzo (Crocefieschi, 1º aprile 1955) Cresciuto nelle giovanili del Genoa CFC fece il suo esordio in Serie A il 2 dicembre 1973 nella partita contro il Cesena, terminata 1-1. Da giovane non pensava di divenire calciatore, tanto che l’allora presidente Fossati faticò per convincerlo a firmare il contratto. Realizzò la sua prima rete in Serie A proprio contro la squadra in cui giocò successivamente, la Roma, il 3 ottobre 1976 (2-2) anche se la rete più importante in maglia rossoblù risale al 13 marzo 1977 quando, di testa, segnò il gol-vittoria nel derby stracittadino. Con il Grifone disputò 5 stagioni di cui 3 nella massima serie e 2 in Serie B collezionando ben 143 presenze e 57 gol (media 0.40 gol/partita) e divenendo anche capocannoniere della Serie B nella stagione 1975-1976. Fu uno dei bomber del Genoa più prolifici di tutti i tempi insieme a Diego Milito (media 0.59 g/p), Tomáš Skuhravý (media 0.36 g/p) e Carlos Aguilera (media 0.34 g/p). Fu proprio nel Genoa che l’attaccante guadagnò l’appellativo di O Rey di Crocefieschi. Pruzzo venne ceduto alla squadra capitolina nell’estate del 1978 per l’importante cifra di 3 miliardi di lire più il passaggio in rossoblù del giovane Bruno Conti. Nella AS Roma stabilì vari record: vinse tre titoli come capocannoniere nel 1981 (18 gol), 1982 (15 gol) e 1986 (19 gol), conquistò quattro Coppe Italia (1980, 1981, 1984 e 1986) e uno scudetto (1982-1983). Con 106 gol è stato per lungo tempo il miglior realizzatore nella storia della società (record poi superato da Francesco Totti nel corso della stagione 2004-2005). Tra i suoi gol più importanti si ricordano quello che salvò la Roma nella stagione 1978-1979 contro l’Atalanta, il gol-scudetto contro il Genoa nella stagione 1982-1983, quello in rovesciata a Torino contro la Juventus nella stagione 1983-1984 che regalò il 2-2 alla squadra giallorossa all’ultimo minuto; in campo europeo, rimangono degni di nota soprattutto la doppietta contro il Dundee United nella semifinale della Coppa dei Campioni 1983-1984, a cui fece seguito il gol segnato al Liverpool nella successiva finale conclusasi con la vittoria degli inglesi ai rigori. Nella stagione 1985-1986, in Roma-Avellino 5-1, segnò inoltre una storica cinquina. Pruzzo realizza il momentaneo pareggio della Roma contro il Liverpool, nella finale della Coppa dei Campioni 1983-1984. Dopo aver totalizzato 240 presenze e 106 reti con la maglia giallorossa nella stagione 1988-1989 Pruzzo passò all’ ACF Fiorentina. Qui però collezionò appena 6 presenze da inizio partita, più qualche scampolo di gara. Realizzò il suo unico gol della stagione proprio contro la Roma, il 30 giugno 1989, di testa su cross di Roberto Baggio: quella rete consentì ai viola l’accesso in Coppa UEFA ma fu anche l’ultima partita della sua carriera. Non ha mai indossato Tepa Sport ma … C’ero anch’io … http://www.tepasport.it/ 🇮🇹 Made in Italy dal 1952

 
 
 
 

Leave A Comment