puff.svg

Walter Speggiorin

Carriera Club Inizia la sua avventura di calciatore nelle file della locale compagine di Camisano Vicentino. Nella stagione 1968-1969 si trasferisce al Genoa, dove esordisce diciassettenne segnando 2 gol in...

Carriera

Club

Inizia la sua avventura di calciatore nelle file della locale compagine di Camisano Vicentino. Nella stagione 1968-1969 si trasferisce al Genoa, dove esordisce diciassettenne segnando 2 gol in 5 partite, prima di essere fermato da un grave infortunio. Rimane in rossoblù anche nelle due annate successive, prima di passare nel 1972 al L.R. Vicenza con cui debutta in Serie A il 24 settembre a Torino; coi vicentini disputa complessivamente nell’annata 14 partite di campionato, andando a segno nella sconfitta interna contro la Lazio.

Acquistato dalla Fiorentina nell’estate del 1973, resta in Toscana per tre stagioni, nelle quali mostra le sue qualità offensive ma anche una certa discontinuità che non gli permette d’imporsi come titolare fisso. Coi viola conquista nel 1975 una Coppa Italiaoltre a una Coppa di Lega Italo-Inglese dov’è protagonista, realizzando la rete del successo nella finale di ritorno contro il West Ham Utd.[1]

Nel 1976 passa al Napoli dove disputa un’annata globalmente anonima in campionato, mettendosi in luce solamente nelle manifestazioni continentali. In Coppa delle Coppe realizza 3 marcature, contribuendo al raggiungimento delle semifinali; durante tale competizione è protagonista di uno degli episodi più controversi della stagione, mettendo a segno proprio in semifinale un gol ai belgi dell’Anderlecht, apparso regolare ma annullato dall’arbitro inglese Matthewson.[2] Si riconferma inoltre nella Coppa Italo-Inglese, con una doppietta al Southampton nella finale di ritorno che consegna il trofeo ai partenopei.[3] Ciò nonostante a fine stagione, ritenuto un’eterna promessa mai mantenuta, viene ceduto in compartecipazione al Perugia.

Leave A Comment